NEL ROSE BOWL E’ TRIPLETE PER LE ONE TEAM, CHE BATTONO LE UNDERDOGS 34-14

One team
Fa ancora molto caldo a Vicenza, quando in campo scendono le finaliste del Rose Bowl, la finale del Campionato tackle femminile (CIFAF), primo dei tanti eventi di questo Italian Bowl Weekend. All’entrata in campo delle squadre e della crew arbitrale (tutta femminile!) assiste anche Calvin “Megatron” Johnson, guest star assoluta di questo lungo weekend vicentino e reduce dalla conferenza stampa tenutasi al Menti.
Partono in attacco le Underdogs, ma il lungo drive si conclude con un cambio palla, immediatamente sfruttato dalle One Team, che siglano il primo big play della partita, grazie ad una corsa del QB Matilde Cavellini, che risale tutto il campo e mette a segno il primo TD del match, poi trasformato da Ilaria Adami: 7 a 0.
Il primo quarto di gioca termina senza altri sussulti, con le difese protagoniste, ma all’inizio del quarto successivo, sale in cattedra Giada Zocca, eclettico QB delle Underdogs, che si incarica personalmente di riportare il match in pareggio, con un TD e relativa trasformazione. Grande equilibrio in campo, con la difesa bolognese che marca strettissima Ilaria Adami, runninback delle One Team e della nostra Nazionale. E’ di nuovo Matilde Cavellini,QB delle One Team a spostare l’inerzia del gioco, andando a segno per la seconda volta con una corsa, poi trasformata da Ilaria Adami: 14 a 7. Meno di due minuti e il risultato torna in parità con un fantastico gioco delle Underdogs che con un ‘trick play’ ingannano la difesa veronese e fanno saltare per aria il pubblico con una corsa dritta in endzone di Giada Zocca, che nuovamente si incarica anche della trasformazione. Chi si aspettava una partita scevra di emozioni ha dovuto immediatamente ricredersi perché le valkirie del football italiano hanno offerto un grande spettacolo in campo, con giocate che nulla hanno di che invidiare ai colleghi maschi. E la conferma l’abbiamo quando il cronometro segna 1 secondo al termine della prima metà di gioco: Ilaria Adami parte con una corsa devastante e riesce a portare la sua squadra al riposo in vantaggio. La trasformazione non riesce e il tabellone si assesta sul 20 a 14 per le One Team.
Si rientra in campo e il terzo quarto di gioco scorre via senza sussulti fino a 2’50 dal termine della frazione di gioco, quando Ilaria Adami si rende nuovamente protagonista di un big play e con una lunga corsa, poi trasformata da Cavellini, aumenta il vantaggio delle One Team: 27-14.
Nell’ultima frazione di gioco le One Team aumentano il gap, nuovamente con Ilaria Adami (trasformazione di Emma Colombari) e il punteggio si fisserà sul definitivo 34 a 14 che regala alla squadra dell’asse Verona-Milano il terzo scudetto consecutivo!
MVP del Rose Bowl, Ilaria Adami, che riceve il premio dalle mani di Diego Fontana, Assessore allo Sport del Comune di Vicenza.